Come cucinare il minestrone surgelato

Come cucinare il minestrone surgelato

Come cucinare il minestrone surgelato

Il minestrone di verdure è un primo piatto salutare. Che sia di zucchine, di patate, carote o fagioli, è sempre ben gradito.
Niente di meglio, in una fredda sera d’inverno, di un bel piatto di minestra fumante… Sia per i più grandi che per i più piccoli! E’ nutriente, buona, poco calorica e piena di energie. Non nascondo che, qui in Sicilia, nonostante il clima non sia dei più rigidi, amiamo questa pietanza e molto spesso mi diletto nel prepararla, essendo un piatto abbastanza veloce. Di certo è molto meglio avere sempre ingredienti freschi in casa ma in commercio ci sono moltissime marche affidabili (Molte volte le ho preferite al minestrone di mia nonna… Da non crederci!) e, se non abbiamo molto tempo a disposizione, la cosa più semplice da fare è imparare a preparare un minestrone già pronto e surgelato. Di base, basta aggiungere un filo d’olio, una cipolla e tanta acqua ma…

Vediamo insieme qualche ricetta su come cucinare il minestrone surgelato:

Per 3 o 4 persone avremo bisogno di :
600-700 gr di minestrone surgelato
3 cucchiai di olio
1-1/2 cucchiaini di sale
formaggio grattuggiato
Non c’è alcun bisogno di attendere che il minestrone si scongeli, basta tirarlo fuori dal freezer e metterlo in una pentola con dell’acqua quanto basta per riempirla sino al coperchio. Aggiungiamo tre cucchiaini di olio, il sale e lasciamo cuocere il minestrone a fuoco lento per circa 10-15 senza coperchio. Trascorsi 15 minuti lasciamolo cuocere per altri 20 minuti circa col coperchio fino a quando le verdure non saranno morbide. A piacere, si può aggiungere del parmigiano grattuggiato (anche se io preferisco il pecorino… Dona più sapore anche ai piatti più semplici).

Minestra di fagioli surgelata:

Un procedimento simile è quello della minestra di fagioli, una ricetta tipicamente siciliana (vanno ugualmente bene surgelati), avremo bisogno di :
300 gr di fagioli secchi
250 di tagliatelle fresce
1 piccolo cavolfiore
1 cuore di sedano con le foglie
1 cipolla
1 cucchiaio di estratto di pomodoro
Lasciamo a bagno i fagioli per una notte.
Fiammeggiate le cotenne e lavatele bene sotto l’acqua; poi sbollentatele, sgocciolatele e tagliatele. Fate lo stesso col cavolfiore.
Sciaquate poi i fagioli e trasferiteli in un tegame con la cipolla affettata, il sedano a rondelle e la cotenna; coprite con acqua abbondante e aggiungete l’estratto di pomodoro. Mescolate con cura e cuocete per un ora e mezza, unendo il cavolfiore a metà cottura. Appena i legumi saranno cotti, aggiungete la pasta e portate a cottura.

Vellutata di verdure surgelata:

Se siete alla ricerca di qualcosa di più semplice, possiamo imparare a preparare una vellutata di verdure.
Si prepara in poco tempo ed è amata anche dai bambini.
Per prepararla avremo bisogno di:
200 gr di minestrone surgelato
100 gr di patate
300 ml di latte
sale
pepe
formaggio grattuggiato
Per prima cosa prepariamo il minestrone e aggiungiamo le patate tagliate a cubetti. Versiamo il latte in un pentolino a parte e portiamolo ad ebollizione. Mettiamo le patate a cuocere nel latte e dopo 15 minuti circa saliamo e pepiamo. Quando le patate sono cotte, schiacciamole e versiamole in un mixer, aggiungendo anche il minestrone cotto. Frulliamo il tutto e aggiungiamo una spolverata di parmigiano regiano.
La cosa interessante di questo semplicissimo piatto è che può essere utilizzato anche da fondo per altri secondi piatti o, più semplicemente, può essere mangiato con dei crostini.

Minestra di tenerumi surgelata

Per chi è amante delle ricette siciliane, invece, ecco una buonissima minestra di tenerumi.
Vi starete chiedendo cosa sono… Beh, i tenerumi non sono altro che le foglie e i germogli della zucchina lunga estiva.
Gli ingredienti per 4 persone sono:
800 gr di tenerumi surgelati o non
4 grossi pomodori maturi
2 spicchi d’aglio
1/2 cipolla
1 ciuffo basilico
200 gr di spaghetti tagliati
olio d’oliva, sale e pepe.
E’ una ricetta un po’ più impegnativa e avremo bisogno di circa 1 un’ora e mezza di lavoro ma… Ne vale la pena!
Vi ricordo che, se utilizzate dei tenerumi surgelati, vanno scongelati almeno 3-4 ore prima dalla cottura.
Per prima cosa mondate con cura i tenerumi, eliminando le foglie più dure; poi, lavateli ripetutamente in acqua corrente.
Quando saranno ben puliti, sgocciolateli e tagliuzzateli.
Portate ad ebollizione con abbondante acqua salata; unite i tenerumi e portate a cottura.
Fate appassire la cipolla tritata, in padella, con 4 cucchiai d’olio e l’aglio intero (lo eliminerete a fine cottura) e lasciatevi insaporire la polpa di pomodoro spezzettata; salate, pepate, profumate con le foglie di basilico e cuocete per 5 minuti. Appena le verdure saranno cotto, aggiungete la salsa di pelati e, al bollore, la pasta e proseguite la cottura su fuoco moderato.
Lasciate riposare la minestra per qualche minuto, prima di servire… E verrete inondati dai sapori della mia sicilia!

Minestrone freddo

Come alternativa, e se non amate molto il cibo caldo, è possibile preparare un altrettanto gustoso minestrone… Freddo! Sì sì, proprio così.
Di seguito vi spiego come :
La preparazione è quella del classico minestrone ma, ovviamente, una volta cotto, va lasciato intiepidire sino a temperatura ambiente.
Ci serviranno circa:
3 pomodori
450gr di fagiolini
300 gr di zucchine
250 gr di carote
130 gr di spinaci
sale q.b
1 ciuffo di prezzemolo
Per cominciare, tagliamo i pomodori e togliamo loro la pelle. Facciamo lo stesso con i fagiolini; lavando le estremita e tagliandoli a cubettini.
Peliamo le carote, le patate e gli spinaci, avendo cura di tagliuzzare tutto per bene.
Ora che tutte le verdure sono tagliate, prepariamo il brodo, versando in una pentola circa un litro d’acqua e aggiungiamo una cipolla a metà e una carota, lasciando cuocere il tutto per 10 minuti circa.
Versiamo lentamente tutte le nostre verdure, precedentemente ammollate in un altro recipiente portato ad ebollizione e bagnamo ben bene le verdure col brodo, stando attenti a non far diventare le nostre verdure troppo secche. Cuociamo per altri 15 minuti e aggiungiamo sale, pepe e 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva. Lasciamo raffreddare il tutto e serviamo il nostro minestrone freddo.
Possiamo anche conservarlo in frigorifero e servirlo il giorno dopo, utilizzarlo come contorno o come fondo per la carne… Insomma, ci sono moltissimi modi in cui potrete apprezzarlo!

Come ultimo consiglio, mia nonna mi ha insegnato che, per insaporire al massimo il nostro minestrone (surgelato o no) possiamo aggiungere al nostro brodo dei tocchetti di formaggio ormai troppo duro per essere mangiato. Il minestrone assumerà tutt’altro sapore, parola di una Siciliana DOC!