Crocchette al taleggio e polenta

2014-04-08
Crocchette al taleggio e polenta

La ricetta che sto per proporvi è davvero semplice e necessitano pochi ingredienti. Al nord si fa molto uso di polenta, in caso abbiate degli avanzi potrete usarlo per fare queste squisite crocchette.
La ricetta vi permetterà di ottenere crocchette per circa 10 persone, dove ogni porzione avrà un 366 chilocalorie. Il tempo di preparazione è pari a 60 minuti circa.

Ingredienti

  • 500 grammi di latte
  • 200 grammi di farina di polenta
  • 2 uova
  • 250 grammi di formaggio taleggio
  • pane grattugiato
  • sale
  • farina bianca
  • olio

Preparazione

Step 1

La fase della preparazione inizia quando avrete a disposizione una casseruola all'interno del quale versare il latte, una pizzico di sale possibilmente grosso e mezzo litro di acqua. Una volta giunto ad ebollizione versateci la farina di polenta tutto insieme, ma ricordatevi di mescolare accuratamente per evitare la formazione di grumi anomali.

Step 2

Fate in modo che possa cuocere per circa 30 minuti a fuoco lento, girando di continuo con un mestolo di legno evitando che si attacchi alla casseruola, all'ultimo momento versatevi un filo d'olio. Spegnete il fuoco sotto la casseruola e versate la polenta direttamente su un vassoio e cercate di spalmarla per bene nel contenitore.

Step 3

In seguito coprite la polenta con una pellicola trasparente e lasciate che si raffreddi. Nel frattempo prendete il formaggio taleggio e tagliatelo in tanti piccoli cubetti. Successivamente con la polenta raffreddata, iniziate a fare delle crocchette dalla forma rotonda e dalla grandezza di una noce, ricordandovi di introdurre all'interno un cubetto di taleggio. Passate le crocchette nella farina e in seguito direttamente nelle uova da poco sbattute, poi nel pan grattato.

Step 4

Friggete il tutto in olio bollente ( alla temperatura di 150-160 gradi centigradi) ed abbondante. Una volta fritti, togliete le crocchette dalla padella mediante l'uso di un apposito mestolo forato, poggiatele su della carta assorbente, in modo tale da scaricare tutto l'olio in eccesso. In seguito impiattatele ancora calde e servitele a tavola.

Si consiglia di abbinare questo piatto ad un vino dalla colorazione rossa, secco ma possibilmente leggero come il San Colombano, il Freisa d’Asti e il Lambrusco di Sorbara.

  • Persone : 4
  • Preparazione :
  • Cottura :
  • Pronta in :