Come cucinare le lenticchie

Come cucinare le lenticchie

La lenticchia (Ervum lens) è un legume coltivato dall’uomo fin dalla più remota antichità. Originaria dell’Asia essa si diffuse rapidamente anche su tutto il bacino del Mediterraneo. Un piatto di lenticchie viene addirittura menzionato dall’Antico Testamento su una storia biblica di Esaù.
Oggi le lenticchie sono una portata irrinunciabile, non solo per tradizione ma anche per le sue proprietà salutari. Esse sono ricche di proteine e di ferro e, nonostante la povertà del legume, la lenticchia è un ottimo sostituto della carne. Molti vegani ne promuovono la sua virtù di legume d’eccellenza. E poi, come vuole la tradizione, portano anche tanti soldi per chi le mangia.

Esistono tante varietà e ricette per cucinare le lenticchie. Contorni, piatti unico, ingredienti per una purea o, perché no, per una mousse del tutto particolare. Esistono anche insalate preparate con pomodoro e cipolle (ottimo per l’estate); oppure un’altra “insalata” più sostanzioso con l’aggiunta di carne (tipo pancetta) e verdure. Diverse sono anche le creme e zuppe fatte con la lenticchia, ed infine i contorni per zamponi e cotechini.

Visto la vastità della scelta, abbiamo deciso di suggerirvi una ricetta semplice e classica per i vostri contorni di carne.
Prendete una pentola e fate soffriggere con olio, aglio e cipolla, ben sminuzzati con la mezzaluna, il soffritto. Mettete poi 200 g. di lenticchie (dose consigliata per 3/4 persone), precedentemente lavate, dentro la pentola. Il legume, anche se secco, non va necessariamente messo a mollo prima della cottura. Subito dopo aver messo le lenticchie crude aggiungere immediatamente 3 bicchieri d’acqua (mezzo litro) mantenendo un livello medio di fiamma dal vostro fornello. Con un cucchiaio di legno mescolate dolcemente il tutto ed aggiungete una carota sminuzzata alla julienne assieme ad un pomodoro sbucciato e fatto a cubetti. Appena vedrete bollire l’acqua aggiungente un dado di carne in modo tale da insaporire il piatto senza aggiungerci il sale. Successivamente mettete in pentola anche un po’ di pepe, quanto basta e a secondo dei propri gusti. Appena vedrete bollire il tutto abbassate la fiamma al minimo, ricordando di mescolare di tanto in tanto le vostre lenticchie. La cottura sarà ultimata nel giro di 45 minuti circa. E’ sempre bene però assaggiare verso la fine il preparato e nel caso non fosse ancora cotto aggiungete ancora un po’ di acqua (questa volta bollente) dentro la pentola.
A cottura finita servire il tutto in un tegame. Oppure accostate direttamente nel piatto carne il contorno di lenticchie.
Buon appetito!